Copertina SLucia-Durban

Da Santa Lucia a Durban

Da Santa Lucia a Durban

 

 

 

S. Lucia: sono arrivata alla sera e ho trovato subito un ostello da pochi soldi (pochissimi) fermandomi a chiedere lungo la strada. Sono tutti davvero gentilissimi… Alle 21.30 tutti i ristorantini erano chiusi quindi mi sono comprata tonno, sardine, pane, il famoso bitong (carne secca di kudu e di struzzo a lamelle) con salsa piri piri (piccantissima!), uova sode, biscotti e frutta. Appena si esce dai circuiti e dalle zone più turistiche, gli orari di chiusura di molti esercenti sono un po’ faticosi… specie per me con i miei orari “spagnoleggianti”. Ma nessun problema, ci si può sempre attrezzare in supermercatini e negli ostelli c’è quasi sempre l’uso cucina.
La mattina mi sono svegliata sotto una pioggia torrenziale ma non ho certo desistito e alle 8.00 sono partita per l’iSimangaliso Wetland Park: Sodwana Bay e ingresso a Hluhluwe, in particolare a False Bay. Ho visto facoceri, scimmiette, antilopi, impala, zebre, giraffe e tanti uccellini dai mille colori.

 

Ho fatto uno splendido giro in barca sull’estuario dato che, nel frattempo, aveva smesso di piovere e così ho avvistato, a pochi metri da me, coccodrilli, ippopotami (tra cui un gruppetto di sedici esemplari con cuccioli al seguito), martin pescatori, fenicotteri, cicogne e… mangrovie, ovunque. Ecco… oggi mi sembra di essere un pochino di più in Africa. Davvero! Dopo esperienze in Kenya o in Senegal, questa parte di Africa mi sembra poco africana, con strade in ottime condizioni, marciapiedi, ordine.
I tramonti mi hanno sempre accompagnata, in questi giorni, regalandomi scenari spettacolari. Spesso munita di birra e pistacchi, andavo di fronte all’Oceano Indiano a godere di spiagge meravigliose e onde altissime.

La sera ho spesso cenato a base di pesce: gamberoni alla griglia, cozze enormi gratinate, filetti di pesce tipo orata ma molto spessi, calamari, zucca e broccoli con formaggio fuso sopra, bottiglie di vino bianco meravigliose (in Italia, se continuo così, mi iscriverò agli alcolisti anonimi… ma il vino è davvero eccezionale qui…).
A Cape Vidal sembrava di trovarsi agli albori del mondo… un sito accoccolato in un’insenatura di una costa a dir poco selvaggia. Dune di 100-150 metri coperte di filaos (alberi a ombrello), palme, arbusti vari… e, in mezzo, zebre, antilopi, rinoceronti, bufali, facoceri, kudu, gnu, impala, dik dik… milioni di uccelli, alcune aquile, scimmie e, in sottofondo, l’infrangersi delle onde dell’oceano in un litorale incontaminato.

 

Mi sono emozionata: gli occhi curiosi facevano da specchio a un cuore che palpitava ad ogni curva, ad ogni nuovo colore incontrato, ad ogni animale incrociato…ma anche a fronte di un silenzio, di una calma, di un equilibrio perfetto e armonico che mi ha accompagnata lungo tutto il percorso.

A Durban ho trovato un ostello in cui il colore dell’acqua che usciva dal rubinetto era più tendente al nero che al giallo… ma a me che importaaaa??? Mi interessava uscire il prima possibile per girare la città by night. Sono andata al Museo nautico, nell’Atelier degli artisti (Bat Centre), al Municipio e alla Moschea Jumma.
Ho cenato al porto, ho preso mezzo chilo di gamberoni ai ferri … spendendo la bellezza di 2 euro. Prima della nanna ho fatto un bel giro sui docks e il lungomare.

La mattina, dopo una colazione all’inglese tout court (pancetta, uova, salsicce, pane tostato con burro e marmellata, scones e caffè… 1 euro!), ho ripreso il giro della città. Dalla Moschea al Mercato indiano (Victoria Market) è stato un susseguirsi di colori, profumi, rumori… gente che vendeva galline e polli vivi, bancarelle dove mangiare, barbieri lungo la strada o chioschetti in cui vendevano solo borse in plastica per la spesa. Ho camminato tantissimo, curiosato in ogni angolo e mi sono spesso soffermata con la gente del posto a chiacchierare, sorridere o, semplicemente, rispondere alla loro curiosità su chi fossi e da dove venissi.

 

 

Da Santa Lucia a Durban - 2008
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: