Kerala-copertina

India – Kollam e Munroe Island

Kollam e Munroe Island

 
 
 

Fare programmi.

No, non fa parte di questo viaggio. O, forse, non fa parte di me.

Sono arrivata a Kollam in treno che, tra parentesi, è diventato un’ottima occasione per conoscere nuova gente più che un mezzo di trasporto: mi guardano, si incuriosiscono, mi si siedono accanto dandomi tutti la mano e… il giro di domande tra i miei compagni di viaggio ha inizio. Piano piano mi si raduna intorno un pó di gente che, col passare del tempo, aumenta sempre più, tutti pronti ad aggiungere una nuova parola alla frase per riuscire a comunicare qualcosa. Anche in India, come in molti viaggi in Estremo Oriente, la gestualità non aiuta molto essendo spesso così differente dalla nostra. Ma ormai arrivo quasi sempre alla fine di una conversazione e sembra che questo sia spesso motivo di forti emozioni per tutti: ce l’abbiamo fatta, Marta ha capito, Marta ci ha risposto, ora so che vive in Italia, non ha figli, insegna… e poi arriva la mia fermata, scendo con fatica tra mille strette di mano e proseguo verso l’uscita, sotto la pensilina, continuando a rispondere ai loro mille saluti dai finestrini del treno. Mi fanno così tenerezza…

Ma torniamo a Kollam. Che emozione! Non vedevo l’ora di raggiungere il Kerala, con i suoi 900 km di canali che serpeggiano tra il litorale e l’entroterra e che, ancora oggi, sono effettive vie di comunicazione utilizzate per praticità, non solo per la loro indiscussa bellezza. Avevo pensato di prendere da qui un traghetto fino ad Alleppey; giunta al porto, mi dicono “No boat”. È bassa stagione, non partono barche in questo mese. Bene… e adesso?

Poi dal caso esce il caso. Un ragazzo si avvicina, gli spiego che cosa avrei voluto fare, lui comunque boccia la mia idea spiegandomi che non sarebbe stato il miglior modo per conoscere il Kerala e mi propone un’alternativa. Giungere a Munroe Island e fare un giro tra i canali, in una barca solo per me e non con altre mille persone confusionarie, assieme a un suo amico. Un amico che potrebbe pure ospitarmi la notte. Ok, l’idea è bellissima ma sto aspettando la fregatura. Non posso credere che, con pochi euro, potrei avere tutto ciò. E poi, prima di partire dall’Italia, avevo letto che gli indiani sono espertissimi nel raggirare i turisti. Tentenno, la cosa mi ispira ma mi sembra troppo facile. Faccio mille domande, pongo mille dubbi ma il ragazzo sembra estremamente sereno nel rispondermi. Chiama il suo amico, è libero per il giro in barca e potrebbe ospitarmi per la notte. Cosa posso perderci? Al massimo qualche ora di tempo e pochi euro. Una stretta di mano, il suo sorriso, si parte!

Lungo il tragitto verso Munroe Island, durato 45 minuti in tuktuk, il ragazzo si è fermato da un tipo per pagare la rata mensile del mutuo della propria casa: 800 rupie, circa 11 euro.

Resto in silenzio mentre il mio nuovo amico critica banche, prestiti, mutui.

11 euro… queste cose mi stravolgono e mi danno il giusto schiaffo per crescere. Certo, il costo della vita in India é ben diverso dal nostro ma… 11 euro…

Giunti a destinazione, sotto un insperato cielo blu, mi hanno accolta come fossi di famiglia.

Mi hanno dato una camera pulitissima e molto decorosa, mi hanno subito offerto dei dolci ancora caldi a base di frutta secca e spezie cucinati al vapore ciascuno all’interno di una foglia. Deliziosi.

 

Il tempo di prendere dallo zaino qualcosa per proteggermi la testa dal sole ed ero già seduta su una barca in legno (impermeabilizzata con il catrame) che il papà della famigliola, in piedi, ha condotto per ore e ore in mezzo a canali meravigliosi utilizzando un lungo bastone di bambù.

Ho visto decine di aquile, aironi, coltivazioni di gamberi, capanne di fango, donne e bambini in acqua per lavarsi o per fare il bucato.

 

Ci siamo fermati da alcuni suoi conoscenti mentre preparavano dei dolcetti a base di farina di riso: li hanno poi cucinati in una grande padella per farmeli assaggiare, dire squisiti è poco.

 

A casa, poi, è stato tutto un susseguirsi di attenzioni nei miei confronti, soprattutto a livello culinario. Ho scoperto che, proprio qui, hanno girato una trasmissione di cucina (mi sembra fosse con  l’emittente Fox) perché la mamma è considerata una grande cuoca di piatti tradizionali del Kerala. No, no… ora li sfido a mandarmi via da qui! Una mattina, tra le mille pietanze, ho assaggiato delle crêpes di riso riempite con della polpa di cocco, appena colto in giardino, grattugiata al momento. Per non parlare del pesce, dei chutney, delle mille salsine che accompagnavano il riso.

 

Sono qui, nel portico di casa, in mezzo a un silenzio quasi assordante. Intorno a me solo natura. Qualche passeggiata, qualche breve chiacchiera in uno pseudo-inglese con la mia nuova famiglia adottiva, ottimo cibo. Mi sembra un’oasi di pace rispetto a quello cui mi ha abituata l’India in questo periodo.

E, ora posso dirlo, senza fregatura!

 

 

India 27 - Kollam e Munroe Island
Print Friendly, PDF & Email

8 comments

  • Alex

    ciao Martolina, sono Alex ho letto un pò dei tuoi post sull’india….fantastico! volevo chiedere un cosiglio volevo partire il prossimo anno, agosto 2016 e da goa volevo fare escuriosne munroe island e vedere i canali. Come faccio ad arrivare li?? ho visto del guest house molto carine gestite dali abitanti del posto. mi sai dare qualche consiglio??

    • Ciao Alex… stai preparando un gran bel viaggio, credimi! Allora, per andare a Munroe Island ti consiglio di arrivare a Kollam e poi, con un tuktuk, fatti accompagnare a Munroe. Ti consiglio di cuore di fermarti al Munroe Island Backwaters Homestay, famiglia deliziosa… cottage carino e pulito, lei grande cuoca (è stata intervistata anche dalla televisione per sue ricette tradizionali tipiche) e lui ha la barca… ti porterà ovunque, noi abbiamo anche chiesto di andare a vedere, da un suo amico, come si facevano dei biscotti che, ti giuro, non puoi perdere. Se ti può interessare ho tenuto tutti i riferimenti. Considera che esiste anche un trenino lì, noi siamo ripartiti con quello verso Kochi. Ciao e… buona programmazione di viaggio! Per qualsiasi conta conta su di me, sono appena rientrata e già l’India, pur nelle sue difficoltà, mi manca tanto… Marta

  • Chiara

    Ciao Marta, una mia amica ed io siamo in partenza per il Kerala la prox settimana, abbiamo letto la tua bella esperienza fatta a Monroe Island e abbiamo deciso di passare una notte lì. abbiamo i tempi molto stretti, ti volevo chiedere info sul trenino che da lì porta a kochi, sai se occorre prenotarlo prima? ho avuto una pessima esperienza con cleartrip per prenotare i treni in india ma ci farebbe comodo poter prendere il treno
    spero leggerai questa mail presto e ci darai una dritta!
    grazie
    Chiara

    • Ciao Chiara! Che bello, fate benissimo ad andare a Munroe Island! La signora vi coccolerà a livello culinario, vedrete! E il proprietario vi porterà a fare un bellissimo giro in barca, chiedetegli di andare a mangiare i cakes dal suo amico (quando sono arrivata io li stava ancora impastando…).
      Per quanto riguarda il trenino non serve alcuna prenotazione, arrivate nella stazioncina e prendete il treno che vi indicheranno. Comunque il figlio del proprietario dell’homestay parla inglese, è gentilissimo e potete chiedere a lui info anche sugli orari dei treni. Se vuoi posso già scrivergli dicendogli che probabilmente andranno due mie amiche… tu non sai quanto mi hanno coccolata, sembrava non sapessero più cosa fare per rendermi felice. Ho appena pubblicato un pò di info sull’india del sud, troverai anche i riferimenti per Munroe island, in ogni caso resto a tua disposizione, sono emozionata per voi! Buoni preparativi, Marta

      • CHIARA

        siamo un po’ in ritardo su tutto, penso ci accorgeremo di essere felici solo in viaggio! 🙂
        grazie per i tuoi suggerimenti, è bellissimo poter condividere esperienze di viaggio.
        ci farebbe molto piacere che tu sentissi i proprietari della homestay.
        ti faremo avere notizie molto presto
        un abbraccio
        Chiara

        • Ma certo, mando una mail oggi stesso! Sei riuscita a vedere un pò di info tra i consigli dell’India del sud? Per qualsiasi cosa sono qui! Ciao e… ti capisco… anche per me il pre-viaggio è già di per sè una maratona…

          • CHIARA

            sì grazie di tutto
            ti faremo avere ns notizie (e nn è una minaccia! ;-))
            a presto
            Chiara e Rosanna

          • Buon viaggio ragazze!!! Io ieri ho inviato la mail per anticipare il vostro arrivo ma non mi hanno risposto… connessioni indiane??? Un abbraccione e aspetto i vostri racconti! Marta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: