Munnar-Copertina

India – Munnar e Ooty

Munnar e Ooty

 
 
 

Chilometri e chilometri tra la foresta, palmeti a perdita d’occhio, bambù a non finire, cascate e coltivazioni a terrazza. Dal Tamil Nadu e dai suoi Ghati occidentali, ho raggiunto le Nilgiri Hills, chiamate Montagne Blu e che predominano tutte le pianure circostanti.
Da Munnar a Ooty il tragitto è lungo e tortuoso, tra stradine che si inerpicano ripide, buche sulla strada, autisti di autobus che danno il meglio di sè nella guida, famiglie di cerbiatti o cavalli selvatici lungo il percorso, qualche scimmietta curiosa che si prende la libertà di entrare nel bus e, magari, dopo aver provato invano a sfilarmi gli occhiali da sole, pensa bene di tirarmi una treccia di capelli per puro dispetto!
Dall’esterno, un costante, inebriante, intenso profumo di tè, quello che emanano ettari di coltivazioni di cespugli dalle mille sfumature di verde.
Ho passeggiato ore tra le piante, incontrando e soffermandomi spesso con i lavoratori che raccolgono le piccole foglioline verdi in superficie e che, spesso, mi hanno offerto della frutta da mangiare con loro. Da lontano, le piantagioni di tè sembrano tanti pezzi di un puzzle gigante posti l’uno accanto all’altro senza mai riuscire a scorgerne la fine.

 

A Ooty, attraverso il Giardino Botanico, ho raggiunto la località di origine della tribù dei toda, con le loro capanne di canne e bambù a forma di mezza botte. Purtroppo i membri della tribù hanno lasciato abiti e usanze tradizionali per integrarsi perfettamente nella società, se non per il fatto di praticare a tutt’oggi allevamento e agricoltura per puro sostentamento familiare.

 

Tra le specialità culinarie, oltre al biryani preparato in mille modi e a sempre tante banane (fritte… una delizia!), ho assaggiato i momo tibetani (qui, infatti, è presente un’importante comunità di rifugiati tibetani) e ho acquistato del formaggio di pecora all’aglio e al pepe prodotto a Ooty. Il tutto accompagnato da zuppe di verdura o di pollo bollenti e da tante tazze di tè, nero o al cardamomo, utili per scaldarmi in queste serate sopra i 2.000 metri decisamente fresche.

 

India 29 - Munnar e Ooty
Print Friendly, PDF & Email

2 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: