Conoscere Martolina in viaggio

Conoscere Martolina in viaggio

 

 

 

Martolina e due grandi, grandissime passioni: la cucina e i viaggi. Due mondi spesso interconnessi che l’hanno portata, in tanti anni di viaggi, a sperimentare sempre nuovi piatti, nuovi sapori, nuovi abbinamenti, nuovi prodotti.
Martolina è curiosissima: non si perderebbe alcun angolo da scoprire, alcun possibile incontro con persone lungo i propri vagabondaggi, alcuna pietanza cucinata per la strada o sbirciando tra i mercati.
E così, dopo aver aperto il blog Martolina in cucina, ora non poteva che approdare qui.
Cos’è Martolina in viaggio? Non vuole di certo essere una guida di viaggio. Per questo ci sono già tanti volumi tra gli scaffali delle librerie… No, Martolina in viaggio è molto semplicemente una sorta di diario di bordo, di appunti nei quali fissare emozioni, piccole e grandi gioie, qualche difficoltà o indirizzi utili tra i quali far galoppare la propria fantasia oppure ai quali far riferimento in fase di programmazione viaggio oppure durante il percorso stesso.
Martolina in viaggio è molto lontana dall’essere una sorta di agenzia viaggi che propone pacchetti da copiare e riproporre infinite volte. Molto semplicemente, qui troverete tante esperienze fatte realmente, alcune estremamente positive e che potranno essere di spunto per altri viaggiatori, altre più faticose e, magari, da evitare.
Martolina viaggia con lo zaino sulle spalle: un piccolo zainetto, da considerarsi bagaglio a mano, sia che i propri itinerari durino un weekend sia che si protraggano per due mesi non fa alcuna differenza perché il proprio zaino è, ormai, parte di lei. Prenota solo i voli di andata e ritorno da e per l’Italia (talvolta il volo per rientrare lo prenota durante il viaggio stesso), per il resto si sposta con i mezzi pubblici via terra, non prenota nulla in anticipo, dorme in ostelli o nelle case delle persone che incontra e che la ospitano e mangia nei mercati o lungo le strade assieme alla gente locale.
Perché viaggiare low cost? Un po’ per necessità, ma soprattutto per essere e restare il più possibile a contatto con le persone. Un viaggio in autobus di 38 ore, circondata da capre, galline, bambini che piangono e con i piedi sulle casse di patate potrebbe essere considerato una follia… eppure le relazioni che si instaurano spesso in quelle ore e l’essere catapultata all’interno della quotidianità dei locali è ciò che rende qualunque suo itinerario intriso di emozioni indelebili che poi la accompagneranno e sapranno emozionarla costantentemente.
Amante della fotografia, Martolina vi mostrerà tanti luoghi ma, più che cartoline, cercherà di comunicarvi anche attraverso le immagini le proprie sensazioni provate giorno dopo giorno.
Martolina sono io… Marta… chiamata Martolina dalla mia meravigliosa nonna sin dalla nascita. La nonna Anna, grande cuoca e grande viaggiatrice, accompagna ogni mio spostamento, sia esso di pochi metri o di migliaia di chilometri ed è a lei che dedico questo blog, frutto di tanti suoi racconti inerenti al suo vagabondare nel mondo. La passione per i  viaggi ha connotato anche il matrimonio dei miei genitori. Non potevo che diventare ciò che sono, una ormai donna che, negli aeroporti, ha il cuore in gola per l’emozione e che, oggi, vuole iniziare a condividere con voi tutti esperienze e sensazioni vissute in giro per il mondo e… perché no… magari qualche dritta cui far riferimento durante le vostre escursioni in terra vicina o lantana.
E allora… iniziamo a viaggiare insieme.
Perché Martolina in viaggio ha voglia di portare voi tutti con sé.

 

 

Conoscere Martolina in viaggio